14. February 2018 · Comments Off on Come Scegliere un Piumino · Categories: Abbigliamento

Il piumino è diventato oggi un capospalla di grande tendenza da indossare durante l’inverno, non solo per andare in montagna ma anche per uscire con gli amici e andare al lavoro. Un capo del quale non si può fare assolutamente a meno specie dove gli inverni sono molto rigidi. Il piumino lo si può trovare in stile giacconi, giubbotti e giacche.

Il piumino è un capospalla che nel corso del tempo ha subito un’evoluzione molto importante, sia per quel che riguarda i tessuti sia per l’uso. Un tempo il piumino era la giacca per eccellenza che si usava per andare a sciare, imbottita in piuma d’oca, manteneva caldi, un po’ gonfia, rendeva chi la indossava un po’ goffa. Oggi il piumino ha assunto nuove caratteristiche che hanno fatto sì che diventasse un capo attuale e sempre portabile. Oggi il piumino è molto leggero nonostante risulti essere anche molto caldo, è indossato per andare al lavoro ma anche per andare a sciare. Non si tratta più della giacca da neve perché l’imbottitura è diventata molto più sottile, si tratta di piuma d’oca trattata in maniera tale da non gonfiarsi.

Trattandosi di un capo adatto sia all’uomo sia alla donna, ha assunto nel tempo delle linee sempre diverse potendo così parlare in base allo stile di giacconi piumino, cappotto piumino e giacche piumino: per la donna è molto sottolineato il punto vita attraverso l’uso di cinture oppure con delle cuciture che evidenziano questa zona, per l’uomo il taglio è dritto ma magari reso particolare da un collo in velluto o in lana. Il piumino può avere un’impuntura quadrettata oppure romboidale, o ancora essere completamente liscio senza impunture. Il tessuto esterno di rivestimento può essere tradizionale o prezioso come la seta, dipende anche se il piumino deve essere indossato per una serata importante oppure no. Per i piumini da donna una caratteristica importante è la pelliccia che può essere applicata sia al collo ma anche ai polsini. Può trattarsi sia di pelliccia sintetica ma anche di pelliccia vera, per rendersi conto occorre sempre leggere la targhetta.

Il piumino è un capo invernale molto particolare perché può essere acquistato sia nella versione sportiva ma anche nella versione elegante tipo cappotto e quindi rendersi versatile per ogni momento della giornata. Ad ogni modo la scelta deve basarsi sulla qualità del tessuto ma soprattutto sul tipo d’imbottitura che è fondamentale per determinare il grado di calore.

Piumini da neve, a cappotto, a giubbotto

Il piumino si può classificare in diverse tipologie: da neve, da città, per la sera, come capospalla da uomo, da donna oppure unisex. Il piumino da neve è quello che rievoca un po’ il modello classico, lungo sui fianchi, imbottito in maniera più vistosa che tende un po’ a ingoffare. È pur vero che oggi molti marchi specializzati nella realizzazione di piumini per la neve hanno deciso di adeguarsi alla tendenza e hanno reso questi piumini molto meno ingombranti, i colori restano molto accessi, oppure si preferisce il classico bianco.

Il giubbotto piumino da città s’indossa molto bene con gli stivali di gomma durante le giornate invernali, piovose e fredde. È un piumino classico, dai colori meno sgargianti che può essere indossato per andare in ufficio.

Il piumino per la sera è invece elegante e sofisticato e ridà all’idea di un piumino cappotto, può essere bordato di pelliccia e il tessuto di rivestimento è molto particolare, si può scegliere in seta. I colori sono un altro elemento che li contraddistinguono perché generalmente sono neri, blu oppure color crema, o cipria. Se il piumino è acquistato da un uomo, la linea di questi giacconi piumini è per lo più classica e tende a un genere casual sportivo, se ad acquistarlo è la donna si troverà dinanzi ad una scelta molto più vasta perché lei avrà modo di scegliere questo capo secondo la diversa lunghezza, avvitato, di linea dritta, impunturato, da sera oppure da giorno a mò di cappotto o di giubbotto. Il mercato in questo settore si è così diversificato per far sì che il piumino diventasse un capo passepartout e non solo una giacca da indossare per la neve. Le proposte secondo le tendenze si diversificano ma ai modelli base restano sempre gli stessi per offrire dei chiari punti di riferimenti a chi del piumino, in inverno, non può proprio farne almeno. Ogni negozio di abbigliamento offre diversi tipi quindi la scelta sicuramente non manca, bisogna solo orientarsi sul modello che corrisponde ai nostri gusti.

Come sceglierlo in base all’abbigliamento

Per scegliere il piumino adatto al proprio abbigliamento occorre tener presente che si tratta di un capospalla molto versatile quindi se si desidera acquistarne solo uno è meglio orientarsi su un modello classico che può essere usato sia per andare al lavoro sia per le uscite con gli amici. Quando invece si decide di comprarne uno per ogni esigenza allora è possibile anche azzardare la scelta, e magari puntare su dei colori che fanno tendenza.

Per quanto riguarda il piumino da uomo i colori classici variano dal blu intenso al marrone, mentre per il piumino da donna è possibile acquistarlo anche in tonalità molto accese come piumino verde o viola. È fondamentale anche scegliere in base all’imbottitura, piumini in piuma d’oca sono molto leggeri ma allo stesso tempo molto caldi, in altri casi l’imbottitura potrebbe essere sintetica, quindi occhio a leggere sempre la composizione. Non scegliete dei piumini dai tessuti troppo delicati se viaggiate spesso in moto perché potrebbero rovinarsi, meglio orientarsi su qualcosa di resistente e impermeabile. Libera scelta se il piumino diventa un capo per la sera, in questo caso la pelliccia rende ancora più di classe ed elegante questo capospalla che sembra addirittura trasformarsi in un cappotto.

Al di là del tessuto è importante anche la lunghezza, generalmente il piumino è corto alla vita, ma può essere scelto anche in un’altra variante più lunga che può arrivare al ginocchio. In questo ultimo caso il modello può anche prevedere una cintura alla vita che può essere anche tolta. La lunghezza può determinare anche la stessa eleganza del capo perché i modelli corti sono sempre molto più giubbotti sbarazzini e sportivi. La scelta non deve essere necessariamente influenzata dalla tendenza perché l’anno successivo sicuramente andrà di moda un altro modello, lo stesso discorso vale per i colori. I piumini possono essere utilizzati per più stagioni invernali quindi non lasciamoci travolgere dalle novità perché si rischia di non essere alla moda l’anno successivo.

Vendita piumini: dove acquistare

I piumini possono essere acquistati presso qualsiasi negozio di abbigliamento che metta in vendita una vasta scelta di piumini tra i quali scegliere. Se ci si rivolge a un negozio di fiducia, il commerciante sarà in grado anche di dare un consiglio personale sulla scelta del modello. Se si cerca un modello di una specifica marca, è meglio rivolgersi a dei punti vendita autorizzati per quella griffe. I negozi on line propongono molti piumini firmati e non. Il rischio dell’acquisto on line è legato al fatto che il piumino in vendita non può essere indossato prima di essere comprato e quindi non si riesce a rendersi conto dell’effettiva vestibilità. Se si tratta di taglie straniere, che fanno riferimento a dei parametri diversi da quelli italiani, occorre un’accortezza maggiore, potrebbe rivelarsi un capo completamente sproporzionato. Se ci si fida della vendita di piumini online e ci si accorge che il modello ricevuto non corrisponde nella descrizione a quanto riportato sul sito, allora occorre rispedire il tutto indietro. Di frequente in rete si trovano dei modelli di piumini in vendita che sono delle novità che arriveranno solo dopo qualche mese nei negozi, in questo caso potrebbe essere un’adeguata soluzione per l’acquisto.

Negli outlet si possono trovare i piumini a un costo molto inferiore con la medesima qualità. Per l’acquisto di piumini molto particolari e costosi, rivolgendosi a questo settore si ha la certezza di trovare il capo che si desidera e di pagarlo a un costo ridotto. Anche nei mercatini possiamo trovare i piumini, sia da uomo sia da donna, senza dimenticare che si tratta anche di un capo sempre più usato dai bambini. La scelta del luogo dell’acquisto dipende dall’esigenza personale e se l’acquisto è spinto dalla necessità di un capospalla di discreta qualità ma non troppo costoso i mercati sono davvero perfetti, nel caso del piumino come capospalla per una serata importante è meglio rivolgersi a una boutique. La scelta resta un fatto molto personale che è valutata solo in relazione a delle esigenze economiche e di acquisto che non devono essere influenzate.

Prezzi piumini

I prezzi dei piumini sono influenzati dalle caratteristiche del capospalla stesso, se ci si orienta su un modello classico imbottito in piuma d’oca il costo parte dai 120 euro, se l’imbottitura è sintetica il costo si abbassa. Per eccellenza, i piumini cappotto più costosi sono quelli imbottiti con piuma d’oca, rivestiti in seta con bordure in pelliccia, in questo caso partono dai 400 euro in sù. Il costo, come possiamo vedere, varia molto in relazione a diversi fattori quindi è impossibile definire una fascia di prezzo di partenza. Se l’acquisto viene effettuato in un outlet si ha la possibilità di risparmiare anche fino al 30% sul prezzo di listino, approfittando dei saldi lo sconto è anche maggiore.

Ad ogni modo il prezzo deve essere sempre proporzionale alla qualità del piumino ecco perché è importante verificare le indicazioni riportate sulla targhetta interna. Quando ci si orienta su piumini firmati il costo include anche l’esclusività del capo oltre alla qualità dei materiali. Confrontare i prezzi può essere molto utile, spesso da un negozio all’altro, modelli simili, hanno costi molto diversi. Nel caso del piumino da donna, dal modello ricercato, ha costi sicuramente più alti rispetto al piumino classico da uomo. In riferimento ad altri capospalla come cappotti o giacconi possiamo dire che il piumino ha dei costi che rientrano nella fascia media.

Non bisogna sempre lasciarsi ingannare dal prezzo conveniente se la qualità poi è scarsa si tratterebbe di un acquisto che a stento permetterebbe di essere indossato per quell’inverno. Occhio dunque al prezzo sì ma anche al modello e alla relazione, se è equilibrata, tra la qualità e quanto ci chiedono di pagare. Il piumino è un capo d’abbigliamento che può essere usato anche per le stagioni successive, se si ritiene opportuno scegliere un modello di migliore qualità, allora ben venga. Va ricordato che la scelta spesso può essere fatta anche in base al prezzo, dipende dalle esigenze personali quindi non bisogna mai lasciarsi condizionare dai giudizi.