14. January 2018 · Comments Off on Come Scegliere Stivaletti da Donna · Categories: Scarpe

Quando parliamo di stivaletti donna, ci riferiamo ai boots, avvero agli stivaletti bassi che coprono appena la caviglia o dolcemente la sfiorano. Argomento molto caro alle donne, ce n’è davvero per tutti i gusti a partire dalla particolarità del tacco, alto, basso, quadrato, in cuoio, a spillo, zeppa…senza parlare poi dei modelli… infiniti. Noi appunto, prenderemo in considerazione una vasta carellata di modelli, e parlemo dei costi, dei diversi materiali e delle lavorazioni.

Semplicità o eccentricità

Il modello più semplice, boots, che si può indossare con ogni capo, dai jeans alle gonne corte o lunghe, è il modello nero, liscio, semplice, che copre appena la caviglia con un elastico, senza cerniere, stringhe o bottoni, con un tacco medio, magari in legno. Questo modello si trova in tutti i negozi di scarpe e si risparmia acquistandolo nei grandi centri; a seconda delle marche può costare anche meno di 50 euro, ovviamente il prezzo sale quando si ricerca la griffe. Lo troviamo in nylon, in pelle, scamosciato, a seconda dei gusti personali, è l’ideale per chi vuole vestire sempre con eleganza senza eccessi. Sempre di moda gli stivaletti da donna in stile cow girl, dal modello più semplice con risvolto alla caviglia, a quelli con più rifiniture e dettagli come gli “speroni”, tacco basso, in diversi tessuti, e per chi proprio vuole esagerare, è estremamente estroverso e costoso il modello in vera pelle di coccodrillo. Lo abbiamo visto indossato dalle star del pop, proprio nei video, ha fatto moda e tendenza per lunghi periodi e continua ad essere indossato.

Per le appassionati del tacco a spillo, sono gli stivaletti grintosi, rigorosamente in pelle nera con fibia laterale da indossare con pantaloni elesticizzati, con zeppa che ne facilitano il modo di camminare, usati anche di giorno in città, ma soprattutto, giusti per le serate in discoteca e nei locali fashion. Completamente opposti al genere sono i “Palladium”, che segnano un’intera generazione, punta tonda, spesso rinforzata, con o senza fibia, tacco basso, comodissimi da portare con i jeans, in diversi colori, ma sempre molto richiesto il modello marrone. Altro stile, gli stivaletti in pelle con i lacci, con particolare in camoscio, tono su tono, stile “maestrina del libro cuore”, tacco alto, oppure senza stringhe o con laccetti laterali e zeppa, sono anche i boots bimateriali. Carinissimi sono i boots in crosta di pelle, con tacco e suola in gomma, eleganti sia da portare con i jeans che con abiti più classici e belli anche i Tipster, sempre in pelle, con tacco leggermente più basso. Decisamente di altro stile sono gli stivaletti da “motociclista”, che piacciono tanto alle giovani, indicati sempre da portare con i jeans e con le gonne lunghe e giacche in pelle.

Gli stivaletti in pelle hanno la meglio

Diciamo che la pelle “la fa da padrona”, infatti di gran moda sono anche gli stivaletti da donna in nappa allacciati, che si presentano in diverse tipologie di colore, oltre ai classici, il color prugna è molto originale da indossare. Altra tipologia sono gli stivaletti con piattaforma e tomaia in pelle patinata anche con cinturino e i boots “Bufalo”. Per la città esistono anche gli stivaletti “cittadini”, sempre con tomaia in pelle patinata caratterizzati da un bottone in metallo laterale, oppure ad effetto velluto anche nel modello strech o in pelle spazzolata con punta arrotondata. Un modello che piace tanto alle ragazze sono gli stivaletti rivestiti in zeppa che hanno un enorme fiocco laterale disponibili nei colori più trendy, con o senza cerniera, in camoscio i più venduti. Caratteristici, come il gusto particolare di chi li indossa, sono gli stivaletti per donna aperti in punta, con tacco a spillo, che richiamano disegni in camoscio, eleganti da indossare con gonne aderenti o tailleur, risaltano un’eccentrica ma elegante femminilità. Ricercato è anche il modello con frange e tomaia in pelle, punta arrotondata e tacco basso, da indossare in prevalenza con i jeans, pantaloni elasticizzati e gonne lunghe. Grintosi gli stivaletti con punta traforata, tacco a spillo, di tendenza, bella anche la lavorazione a due colori come, ad esempio, il nero ed il beige.

Altre proposte sono gli stivaletti ad effetto stropicciato, punta arrotondata con diverse tipologie di tacco e gli stivaletti impunturati. Ancora di tendenza, non solo fra le giovani, gli stivaletti bassi con risvolti larghi e tomaia in pelle spazzolata. Classici infine, sono gli stivaletti caratterizzati da due elastici laterali, tacco basso, punta arrotondata da portare con i pantaloni, estremamente comodi per il lavoro, la scuola, il tempo libero, le passeggiate. Tutti questi modelli di stivaletti si possono trovare in qualsiasi negozio o centro commerciale; se non avete esigenze particolati di marca, o di modelli veramente esclusivi come gli stivaletti tempestati di pietre preziose, addirittura con diamanti, potete trovarne di tanti modelli e a buon prezzo, anche, ad esempio da “Pittarello” dove la qualità è comunque buona, ed in alcuni casi anche più che buona.

Stivaletti creati su misura

Per le più esigenti, ovvero, per le signore e signorine che non sono estranee ai viaggi a Vienna per farsi commissionare stivaletti su misura, dove i prezzi, in certi casi, sono anche più convenienti, annunciamo che anche in Italia, con una buona informazione, è possibile recarsi da un artigiano ed avere stivaletti su misura che corrispondano ai nostri gusti e alle nostre esigenze. Una volta chi si faceva creare stivaletti da donna su misura è perchè aveva qualche malformazione o difetto al piede, come ad esempio, la caviglia o il polpaccio grossi, invece oggi si tratta semplicemente di moda. Addirittura, di gran lunga efficace, rispetto a qualsiasi altro mezzo di informazione, è il passaparola fra donne, le quali dopo aver provato la gioia di avere indossato stivaletti “fatti a mano” su misura, consigliano alle amiche di evitare i negozi, ma di recarsi da un artigiano dove poter scegliere persino la pelle da utilizzare e quindi avere stivaletti unici nel loro genere.

Diamo ora un esempio di prezzo, di quanto finora detto, e cioè circa 220 euro per un paio di stivaletti in camoscio e vernice. La particolarità sta nel fatto che si possono scegliere i tessuti, i colori, l’altezza ed il tipo di tacca, praticamente questi artigiani sono pronti e capaci di realizzare qualsiasi richiesta, addirittura possono crearvi stivaletti in base al disegno dei vostri stivaletti, pensate che meraviglia indossare stivaletti che voi stesse avete disegnato…sempre se sapete disegnare altrimenti commissionate il lavoro a qualcuno più esperto!

Altra problematica per le donne, riguarda invece gli stivaletti estivi, c’è chi pensa che gli stivaletti estivi siano da “tamarri” chi invece non può fare a meno di indossarli anche nei giorni più caldi. Stivaletti estivi, belli, rigorosamente in colore bianco (e chissà poi perchè), sono quelli prodotti, fra i tanti, dal marchio Bata, giusti da portare con le gonnelline di jeans, con cui abbinano bene. Per quanto riguarda le più giovani, c’è un marchio che “fa impazzire”, ovvero Dolce e Gabbana, che propone in anteprima stivaletti in pelle martellata con inserti in elastico, suola in cuoio, punta stretta, tacco in legno, il colore trendy è il viola ed hanno un costo di circa 400 euro, ma se è solo il modello che vi piace, allora nei negozi li potete acquistare ad un prezzo decisamente molto più basso.

Alla ricerca delle griffe

Abbiamo parlato della tendenza stivaletti Dolce e Gabbana, quindi non dimentichiamo le altre griffe, come Prada che propone Ankle Booties lucide, tacco alto, sensazionali da indossare e vedere indossate, per le amanti del genere sono uno fra i modelli proposti più belli. Alexander Mcquenn propone stivaletti per delle vere regine da passerella, con punta, fibia in diamante, elegantissime da indossare con capi rigorosamente scuri, tailleur in pelle, per un look molto aggressivo. Barbara Buy presenta stivaletti decisamente molto estroversi, un modello rivisitato di scarpa da calcio maschile, nei colori a contrasto nero e viola, con tacco decisamente alto, con stringhe e con linee trasversali in tessuto presenti ai lati che ne delineano la forma, il costo è di circa 300 euro. Cesare Paciotti pensa davvero all’estate e allora propone stivaletti aperti, a fascia elasticizzati, impreziositi da strass, tallone rinforzato in pelle e tacco a spillo, color bianco-oro, costo circa 250 euro.

Anche “Le Silla” propone un modello simile, aperto, ma invernale, in camoscio, con punta aperta, sempre tacco a spillo e zip, il costo è di circa 150 euro. Altro marchio storico appartenente a gruppi di generazioni, sono gli stivaletti della Kickers, i modelli “Class” sono disponibili in diversi colori, caratterizzati da suola in gomma, stringhe, cucitura bianca, caratteristici per la loro comodità e praticità, hanno un costo intorno alle 60 euro. Per i caratteri dominanti più forti, abbiamo gli stivaletti modello “bronx” di Frisco Lill, dal taglio netto e deciso, in cuoio, nei colori nero, marrone, blu ad un costo di poco superiore alle 60 euro ed il modello “New Rock” proposto da diversi marchi, nel colore nero caratterizzato da fibie, lacci, suola in metallo, placche di metallo che ricoprono parte dello stivaletto e punta arrotondata rinforzata. Una vera arma! Costo? A partire da 150 euro. Lo stesso stivaletto diventa sexy, o così, per cortesia, ci piace definirlo, con un vertiginoso tacco a spillo, ovviamente sempre rinforzato in punta con elementi di metallo. A questo punto non mancano nemmeno gli anfibi per le più giovani, che acquistano femminilità con i modelli fantasia, con disegni a cuore, farfalla, disegni crativi, new age.

I caratteri estremi indossano il loro stivaletto

Altri stivaletti, sempre attuali, anche se la moda non sempre li acclama, sono gli stivaletti mimetici. Rigorosamente da portare con i jeans, o con un abbigliamento sportivo, anche se qualche ragazza li ama indossare, per principio, con qualunque capo. Decisamente d’altro gusto, sono gli stivaletti neri, ricoperti da una specie di “guaina” nera, a mascherare il loro essere prevalentemente romantico nei colori oro e argento.

Anche Diesel propone stupendi stivaletti, il più acquistato il modello Charm in pelle nera, pelle stropicciata, tacco in legno, non estremamente alto, ad un costo di circa 250 euro. Un modello trendy, davvero originale, lo propone il marchio Jazetele, nel colore grigio/nerp, che si rifà all’arte decò, studiato per tutte coloro che vogliono la comodità ma non vogliono annoiarsi con un modello “comodo ma non sufficientemente bello”. Questi stivaletti hanno strisce di pelle in diversi colori cucite e tenute insieme da stringhe che partono dalla suola, costo circa 150 euro. Un altro stivaletto New Generetions, ma solo per dire, perchè prende spunto dal look dei tempi passati è lo stivaletto Reactor che crea il suo stile basandosi sulla rivisitazione delle stile gotico. Struttura in cuoio, impresiziosito da un disegno a ragnatele, con la suola costellata di pezzi metallici, caratteristico in tutte le sue stringhe e lacci, piace a una parte delle giovani e giovanissime e ne caratterizza una parte della nuova generazione. Questo modello costa circa 210 euro, per nulla economico, sicuramente male oscuro di molte mamme che mai vorrebbero vedere questo stivaletto ai piedi delle proprie figlie.